L’IMPEGNO DI “PEDIATRIA PER L’EMERGENZA”:


SOCCORSO DEI BAMBINI


Rispondere con prontezza e competenza alla richiesta di soccorso dei bambini colpiti da calamità

L’IMPEGNO DI “PEDIATRIA PER L’EMERGENZA” ALL’ESTERO:


COLLABORAZIONE CON SMILE TRAIN ITALIA


Smile Train Italia opera da anni in paesi in via di sviluppo con l’invio di equipes medico-chirurgiche presso centri sanitari pre-allertati ove, in un limitato periodo di tempo, vengo eseguiti in gran numero interventi chirurgici per ridare speranza e sorriso ai bambini colpiti da patologie invalidanti.
Smile Train Italia ritiene fondamentale la presenza di un medico pediatra nelle loro equipes ed ha stipulato con la nostra Associazione uno specifico protocollo d’intesa operativo.

PROGETTO “ OSPEDALE DI GEDE” KENIA


Troppo spesso “paradisi del turismo” celano dietro le mura degli alberghi e dei villaggi vacanza, situazioni di estrema povertà e disagio che si cerca sempre di “nascondere agli occhi del turista” .
“Pediatria per l’Emergenza” ONLUS ha scelto di collaborare con l’Ospedale di Gede, in Kenia, a pochi km dai fasti occidentali di Malindi, per portare assistenza pediatrica laddove non è mai esistita, in piena collaborazione con la Sanità keniota e con la Associazione Karibuni ONLUS che ha materialmente realizzato le strutture. Il nostro progetto è la realizzazione di un centro nascite attrezzato e la formazione sanitaria specialistica del personale locale.

ATTIVITA’ DI PROMOZIONE


L’Associazione persegue i scopi sociali altresì organizzando eventi promozionali e/o momenti di sensibilizzazione nei confronti della popolazione come:

BAMBINI E CATASTROFI


Sensibilizzare l’attenzione delle Istituzioni e delle Organizzazioni Non Governative alle principali problematiche dell’età pediatrica in occasione di grandi calamità, è una delle finalità della nostra Associazione e viene ben esplicitato nell’evento.
Peculiari necessità e patologie infantili, il “problema della sotto-alimentazione”, il diritto umanitario internazionale nei confronti del bambino: tutte tematiche su cui si chiede un confronto ai principali operatori istituzionali, alla presenza di medici pediatri ed infermieri pediatrici, che poi saranno coinvolti in esercitazioni pratiche di “risposta ad emergenze sanitarie neonatali e infantili” .